PEC e protocollo TLS 1.2. Solo un mese per adeguare i client di posta

Aggiornato il: 28 mag 2019

Presto il Protocollo di crittografia TLS 1.2 sostituirà le versioni precedenti 1.0 e 1.1 per motivi di sicurezza.

Nei mesi scorsi i maggiori provider PEC hanno avviato le attività di aggiornamento che diverrà definitivo e obbligatorio a fine giugno.


Solo un mese di tempo, quindi, per adeguare software e procedure che utilizzano la PEC. A partire da luglio tutti i client non compatibili subiranno malfunzionamenti in invio/ricezione.


Come posso verificare che le PEC funzionino correttamente?

Per essere al sicuro da brutte sorprese non è sufficiente che tutte le PEC siano aggiornate al nuovo protocollo, occorre in primis effettuare un censimento delle procedure con cui le caselle PEC si interfacciano per accertarsi che anche i software utilizzati siano compatibili con la più recente versione di TLS.



Cosa fare in caso di disservizi?

Se da un lato i provider PEC sono costretti ad aggiornare il protocollo secondo le direttive AGID, i produttori di software non hanno alcuna disposizione in materia. Pertanto è discrezione di ogni fornitore adeguare le proprie soluzioni.

Soluzioni obsolete e non manutenute non saranno in grado di scaricare correttamente i messaggi PEC.


mailDocPRO è la soluzione che può risolvere tutti i tuoi problemi.

Un unico gestionale con cui gestire tutte le PEC, compatibile con la versione del Protocollo TLS 1.2, che può colloquiare con tutte le procedure già in uso in azienda. Con il vantaggio di interfacciarsi con un unico fornitore e avere a disposizione una soluzione sempre aggiornata alle più recenti normative in tema di sicurezza e privacy.


E non solo. Contattaci per saperne di più. Scrivi ad areamarketing@smouse.it o chiamaci allo 0523 313000. Un nostro consulente sarà a tua disposizione per illustrarti tutte le potenzialità di mailDocPRO.

1,671 visualizzazioni

ALL RIGHTS RESERVED | Studio Informatica srl

areamarketing@smouse.it  |   43/A Stradone Farnese, 29121 Piacenza